Quando ero un fanciullo mi insegnarono
che il mondo è una giostra.
Io dissi: " Voglio crescere più in fretta.
Voglio giocare anch'io! "

Ma, quando cominciò il divertimento,
gridai: " Fermate il mondo. Voglio scendere.
Non vedete che soffro di vertigini,
che ogni istante si rischia di cadere? "



martedì 6 luglio 2010

I SOLDATI DELL'ARCOBALENO

Potrà la poesia fermare le pallottole?
Potrà la poesia salvare il mondo,
ridare latte al petto delle madri,
accendere una luce
negli occhi che hanno pianto?
Potrà la poesia fermare il Boia?

Ecco, i soldati dell'Arcobaleno
sfoggiano una divisa fresca di primavera.
Su tutti gli orizzonti
diffondono gli aromi
dei sogni che germogliano.

Nessun commento:

Posta un commento