Quando ero un fanciullo mi insegnarono
che il mondo è una giostra.
Io dissi: " Voglio crescere più in fretta.
Voglio giocare anch'io! "

Ma, quando cominciò il divertimento,
gridai: " Fermate il mondo. Voglio scendere.
Non vedete che soffro di vertigini,
che ogni istante si rischia di cadere? "



giovedì 13 maggio 2010

MARE MORTO


E un giorno  la terra disse al mare:
" Perchè mi sputi in faccia pesci morti,
e mi vomiti addosso
la tua anima sporca di catrame? "

E, allora, come un'onda minacciosa
balzò dal mare e schiaffeggiò la terra:
" Io rendo all'uomo quello che mi ha dato,
morte per morte, altro non so fare. "

Nessun commento:

Posta un commento