Quando ero un fanciullo mi insegnarono
che il mondo è una giostra.
Io dissi: " Voglio crescere più in fretta.
Voglio giocare anch'io! "

Ma, quando cominciò il divertimento,
gridai: " Fermate il mondo. Voglio scendere.
Non vedete che soffro di vertigini,
che ogni istante si rischia di cadere? "



mercoledì 5 maggio 2010

IL PASSAPORTO

E un giorno anche gli uccelli, per entrare,
dovranno presentare il passaporto.
Vedrai che chiuderanno le frontiere
anche davanti a loro.

Quelli senza permesso di soggiono,
saranno rimpatriati:
i cieli giorno e notte
saranno pattugliati.
Nelle città costiere
ci sarà il fuoco della contraerea.

Non ci saranno più spaventapasseri,
in un campo di grano, ma soltanto
gendarmi con licenza di sparare.

Allora, in casa nostra,
potranno entrare, senza passaporto,
con o senza permesso di soggiorno,
soltanto gli sciacalli
e i loro soldi sporchi.

Nessun commento:

Posta un commento