Quando ero un fanciullo mi insegnarono
che il mondo è una giostra.
Io dissi: " Voglio crescere più in fretta.
Voglio giocare anch'io! "

Ma, quando cominciò il divertimento,
gridai: " Fermate il mondo. Voglio scendere.
Non vedete che soffro di vertigini,
che ogni istante si rischia di cadere? "



venerdì 30 aprile 2010

MORTI BIANCHE


E un giorno ti diranno
di impastare la sabbia con le lacrime,
per fabbricare il pane.
Ti toglieranno, poi, anche le lacrime
e avrai soltanto sabbia.

Ti succhieranno l'anima,
per giocarsela in Borsa.
Ti butteranno via
simile a un guscio vuoto.

Poi piangeranno lacrime di inchiostro
su un'altra morte bianca.

Nessun commento:

Posta un commento